+39 328 832 8510 / +39 320 685 6127 ediliziaprivata.roma@gmail.com
Seleziona una pagina

CERTIFICATO DI CONFORMITÀ URBANISTICA: GUIDA COMPLETA, COSTI E TEMPISTICHE

Introduzione

Benvenuti alla nostra guida completa sul certificato di conformità urbanistica! Se siete alla ricerca di informazioni chiare e complete su questo importante documento per la vostra proprietà, siete nel posto giusto. In questo articolo, esploreremo il funzionamento del certificato di conformità urbanistica, i suoi costi e le tempistiche coinvolte nel processo. Sarete guidati passo dopo passo attraverso le diverse fasi e vi forniremo una panoramica esauriente su questo argomento complesso ma fondamentale.

CONTATTACI PER PREVENTIVI E CONSULENZE GRATUITE

Privacy

Cos’è un certificato di conformità urbanistica?

Il certificato di conformità urbanistica è un documento ufficiale rilasciato dall’autorità competente, che attesta la conformità di un immobile alle norme urbanistiche vigenti. Questo certificato è di vitale importanza quando si desidera vendere, acquistare o ristrutturare un immobile, poiché garantisce la regolarità urbanistica dell’edificio.

A cosa serve il certificato di conformità urbanistica?

Il certificato (o la dichiarazione) di conformità urbanistica è un documento che attesta la corrispondenza tra l’immobile e il titolo edilizio depositato in Comune. Dimostra quindi, mediante un confronto diretto, la regolarità urbanistica dell’edificio che deve essere uguale al progetto presentato al Comune di riferimento.

Si tratta pertanto di un documento che accerta l’assenza di abusi edilizi e/o variazioni rispetto al progetto originario. Sia l’edificazione che le eventuali successive modifiche, di conseguenza, devono essere avvenute in conformità alla legge. Senza la dichiarazione di conformità urbanistica, per di più, non è possibile effettuare una compravendita, dato che questa mancanza potrebbe comportare l’annullamento dell’atto notarile.

Accertamento di conformità: il primo passo

Prima di richiedere un certificato di conformità urbanistica, è necessario effettuare un accertamento di conformità. Questo processo implica un’analisi dettagliata dell’immobile da parte degli esperti, al fine di verificare se le caratteristiche dell’edificio sono conformi alle norme urbanistiche vigenti. L’accertamento di conformità è un passo fondamentale per avviare il processo di ottenimento del certificato.

Conformità urbanistica e catastale

È importante distinguere tra la conformità urbanistica e la conformità catastale di un immobile. Mentre il certificato di conformità urbanistica attesta la conformità alle norme urbanistiche, il certificato di conformità catastale attesta la corretta identificazione catastale dell’immobile. Entrambi i certificati sono di solito richiesti durante transazioni immobiliari importanti.

Chi rilascia il certificato di conformità urbanistica?

Per avere il certificato di conformità urbanistica dovrai farne richiesta ad un tecnico come un Geometra. Il professionista si occuperà di verificare la corrispondenza tra titoli edilizi, i dati catastali e lo stato di fatto dell’immobile redigendo poi il documento finale.

D’altra parte, in fase di vendita, il notaio verificherà soltanto la correttezza formale del certificato conformità urbanistica, non esprimendosi quindi sulla sua validità. Puoi richiedere la certificazione edilizia anche all’agenzia immobiliare, in modo tale che si occupi al tuo posto di sbrigare tutte le pratiche necessarie.

Il processo di ottenimento del certificato di conformità urbanistica

Ottenere un certificato di conformità urbanistica può essere un processo complesso e richiede l’osservanza di una serie di passaggi ben definiti. Di seguito sono riportate le fasi principali coinvolte nel processo:

  1. Raccolta della documentazione: La prima fase consiste nella raccolta di tutta la documentazione necessaria, come la planimetria dell’immobile, il titolo di proprietà e i documenti urbanistici correlati.
  2. Presentazione della richiesta: Una volta raccolta la documentazione, è necessario presentare la richiesta di certificato di conformità urbanistica all’ufficio competente. È importante compilare correttamente i moduli e allegare tutti i documenti richiesti per evitare ritardi nel processo.
  3. Valutazione dell’immobile: L’ufficio competente effettuerà una valutazione dettagliata dell’immobile per verificare la conformità alle norme urbanistiche. Questa fase può richiedere ispezioni sul posto e una valutazione delle caratteristiche dell’edificio.
  4. Emissione del certificato: Una volta completata la valutazione, se l’immobile risulta conforme, verrà emesso il certificato di conformità urbanistica. Questo documento conferma la regolarità urbanistica dell’edificio.

Costi associati al certificato di conformità urbanistica

È importante essere consapevoli dei costi associati all’ottenimento di un certificato di conformità urbanistica. I costi possono variare a seconda delle specifiche normative locali e delle caratteristiche dell’immobile. Di seguito sono riportati alcuni dei costi più comuni:

  1. Tariffe amministrative: L’ufficio competente potrebbe richiedere il pagamento di tariffe amministrative per l’elaborazione della richiesta e la valutazione dell’immobile.
  2. Costi professionali: Potrebbe essere necessario assumere professionisti qualificati, come architetti o geometri, per svolgere l’accertamento di conformità e redigere la documentazione necessaria. I loro servizi avranno un costo associato.
  3. Costi aggiuntivi: In alcuni casi, potrebbe essere necessario effettuare lavori di adeguamento dell’immobile per ottenere la conformità urbanistica. Questi costi saranno specifici per ogni situazione e dipenderanno dalle necessità dell’edificio.

Tempistiche coinvolte nel processo

Ottenere un certificato di conformità urbanistica richiede tempo e pazienza. Le tempistiche possono variare a seconda della complessità del caso e degli uffici preposti. È importante prendere in considerazione le seguenti informazioni relative alle tempistiche:

  1. Tempo di valutazione: Il tempo richiesto per la valutazione dell’immobile può variare. È possibile che l’ufficio competente richieda ispezioni sul posto e approfondimenti prima di emettere il certificato.
  2. Tempo di elaborazione: Dopo aver presentato la richiesta, l’ufficio avrà bisogno di un periodo di tempo per elaborare la documentazione e prendere una decisione in merito alla conformità dell’immobile.
  3. Possibili ritardi: È importante considerare la possibilità di ritardi nel processo. Potrebbero sorgere complicazioni o richieste di ulteriori documenti da parte dell’ufficio, che potrebbero influire sulle tempistiche complessive.

Quanto costa la dichiarazione di conformità urbanistica?

L’attestazione di conformità urbanistica non ha un costo fisso, dato che dipende dal professionista e dalla grandezza dell’immobile. Una casa con una grande metratura, infatti, necessita di più tempo per essere verificata dal tecnico. In linea di massima, la verifica della regolarità edilizia fatta da un tecnico può costare alcune centinaia di euro a seconda della complessità delle indagini. Se vengono rilevate delle difformità, dovrai predisporre un progetto in sanatoria con o senza opere. In questo caso, quindi, dovrai retribuire il tecnico, pagare una sanzione (minimo 516 €) ed eventuali oneri di urbanizzazione.

Quando il certificato di conformità urbanistica è obbligatorio?

Questo documento è necessario in quattro casi:

  • compravendita immobiliare, perché un immobile non autorizzato o non del tutto conforme al progetto presentato non è commerciabile,
  • richiesta e sottoscrizione di un mutuo,
  • lavori di ristrutturazione oppure modifiche rispetto allo stabile originario,
  • per accedere agli Ecobonus.

Di fronte alle difformità tra la documentazione presente in Comune e le condizioni dell’immobile,
quindi, dovrai (quando possibile) sanare gli abusi edilizi con una procedura di sanatoria.

Quando si verifica un’irregolarità edilizia?

Si considera un immobile del tutto abusivo quando non vi sono permessi a costruire, per cui non esiste alcun titolo edilizio. Per sanare la situazione, dunque, devi attendere un condono edilizio o tentare la pratica in sanatoria.

Nella maggior parte dei casi, comunque, le difformità della regolarità urbanistica riguardano lievi variazioni tra progetto e stato di fatto. Ad esempio, quando l’edificio è stato ampliato con la chiusura di un’area all’esterno oppure nei casi in cui si realizza una veranda. Ma le modifiche possono riguardare anche aree interne dell’edificio, ad esempio quando si abbattono dei muri tramezzi o si realizzano nuovi bagni.

Quali sono i rischi della irregolarità urbanistica?

Come abbiamo accennato, comprare un immobile privo di certificato urbanistico comporta molti problemi. L’atto di compravendita, infatti, può essere annullato soltanto in caso di totale abusività. Le irregolarità più lievi, invece, ricadono come responsabilità civile e penale sul nuovo proprietario.

Chi presenta una dichiarazione di conformità urbanistica errata, incompleta o fallace, inoltre, potrebbe andare incontro a provvedimenti penali e/o sanzioni amministrative. Ma non solo: potrebbe incontrare, in futuro, diverse difficoltà nel rivendere l’edificio o ad usufruire di finanziamenti.

Conclusione

Il certificato di conformità urbanistica è un documento fondamentale per garantire la regolarità urbanistica di un immobile. Con questa guida completa, speriamo di avervi fornito una panoramica chiara e dettagliata su come ottenere questo certificato, i costi associati e le tempistiche coinvolte nel processo. Ricordate che ogni situazione è unica e può richiedere considerazioni specifiche. Pertanto, vi consigliamo di consultare professionisti qualificati per ottenere informazioni personalizzate e aggiornate sul vostro caso specifico.

PROGETTAZIONE IMPIANTI TECNOLOGICI E INDUSTRIALI

PROGETTAZIONE IMPIANTI TECNOLOGICI E INDUSTRIALI

Siamo specializzati nella progettazione di impianti tecnologici e progettazione energetica, orientata alla sostenibilità ambientale ed economica.LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI CIVILI E INDUSTRIALI Studio EDILIZIA PRIVATA ROMA con sede a Roma, è uno studio di...

leggi tutto
COMMERCIALISTA A ROMA QUANTO COSTA?

COMMERCIALISTA A ROMA QUANTO COSTA?

La scelta di un commercialista può fare la differenza quando si tratta di aprire una nuova attività, presentare la dichiarazione dei redditi o gestire la contabilità. Oltre ad offrire una consulenza specializzata in materia fiscale e contributiva, un commercialista...

leggi tutto
google5-1

CONTATTACI

Privacy

Geometra esperto a Roma per pratiche urbanistiche e catastali: affidati alla mia competenza professionale per ottenere i tuoi permessi edilizi in modo rapido e preciso.

Cerca Municipio Roma

Cerca sulla mappa la Via, la Piazza o la strada e trova il relativo Municipio.
Una Volta Individuato clicca sulla lista dei municipi sotto per entrare nel relativo sito istituzionale.

elenco municipi roma cerca municipio roma

MUNICIPIO I (ex I + ex XVII)
Centro Storico Roma Trastevere Aventino Testaccio Esquilino
XX Settembre Celio Zona Archeologica Prati Delle Vittorie Eroi.

MUNICIPIO II (ex II + ex III)
Villaggio Olimpico Parioli Flaminio Salario Trieste Villa Ada Villa Borghese Nomentano San Lorenzo Università Verano.

MUNICIPIO III (ex IV)
Montesacro Val Melaina Montesacro Alto Fidene Serpentara Casalboccone Conca d’Oro Sacco Pastore
Tufello Aeroporto dell’Urbe Settebagni Bufalotta Tor San Giovanni.

MUNICIPIO IV (ex V)
Casal Bertone Casal Bruciato
Tiburtino Nord Tiburtino Sud San Basilio Tor Cervara Pietralata Casal de’ Pazzi Sant’Alessandro Settecamini.

MUNICIPIO V (ex VI + ex VII)
Torpignattara Casilino Quadraro Gordiani Centocelle
Alessandrina Tor Sapienza La Rustica Tor tre Teste Casetta Mistica Centro Direzionale Omo.

MUNICIPIO VI (ex VIII)
Torre spaccata Torre Maura Giardinetti – Tor Vergata
Acqua Vergine Lunghezza Torre Angela Borghesiana
San Vittorino.

MUNICIPIO VII (ex IX + ex X)
Tuscolano Nord Tuscolano Sud Tor Fiscale Appio
Latino Don Bosco Appio Claudio Quarto Miglio Pignatelli
Lucrezia Romana Osteria del Curato Romanina Gregna
Barcaccia Morena Ciampino Aereoporto.

MUNICIPIO VIII (ex XI)
Ostiense Valco San Paolo Garbatella Navigatori Tormarancia Tre Fontane Grottaperfetta Appia Antica Nord Appia Antica Sud.

MUNICIPIO IX (ex XII)
Roma Eur Villaggio Giuliano Torrino Laurentino
Cecchignola Mezzocammino Spinaceto Vallerano Castel di Leva Decima Porta Medaglia Castel Roma no Santa Palomba Tor di Valle.

MUNICIPIO X (ex XIII)
Malafede Acilia Nord Acilia Sud Palocco Ostia Antica
Ostia Nord Ostia Sud Castel Fusano Infernetto Castel Porziano.

MUNICIPIO XI (ex XV)
Marconi Portuense Pian due Torri Trullo Magliana Corviale Ponte Galeria.

MUNICIPIO XII (ex XVI)
Colli Portuensi Buon Pastore Pisana Gianicolense
Massimina Pantano di Grano Villa Pamphili.

MUNICIPIO XIII (ex XVIII)
Aurelio Sud Val Cannuta Fogaccia Aurelio Nord Casalotti Boccea.

MUNICIPIO XIV (ex IX)
Medaglie d’Oro Primavalle Ottavia Santa Maria della Pietà Roma Trionfale Pineto Castelluccia Santa Maria di Galeria.

MUNICIPIO XV (ex XX)
Tor di Quinto Acqua traversa Tomba di Nerone Farnesina Grottarossa Ovest Grottarossa Est Giustiniana La Storta Santa Cornelia Prima Porta Labaro Cesano Martignano Foro Italico.

Privacy

edilizia-privata-roma
error: Contenuto protetto!